Clematis – Il Fiore del Realismo


È riservata ai sognatori, che sembrano sempre storditi, non del tutto svegli, e non hanno grandi interessi per la vita. Sono persone piuttosto silenziose, non troppo felici nella situazione attuale, che preferiscono guardare al futuro anziché vivere nel presente. Sperano in tempi più felici, nei quali i loro ideali possano realizzarsi.
Quando si ammalano, non fanno grandi sforzi per ristabilirsi, e in certi casi addirittura guardano con desiderio alla morte, nella speranza di una condizione migliore, o forse per ritrovare qualche persona casa che hanno perduto.

I dodici Guaritori e altri rimedi. Edward Bach

Segnatura: Clematis vitalba, Vitalba

L’impressione che da un cespuglio di vitalba, pianta rampicante dai piccoli, delicati fiori bianchi, è quella di una nuvola sospesa a un muro o, più frequentemente, all’albero che si attacca. Il bianco dei fiori è un colore che non esprime forza (si pensi per contrasto al colore dei fiori di Gorse o Chicory), e tutto l’insieme suggerisce l’idea di una dimensione irreale, da sogno. La pianta, crescendo, opprime l’albero a cui si attacca e ne rende indistinta la forma: ammorbidisce le linee, trasmettendo appunto l’immagine di una nuvola. Le radici sono deboli, e i fiori compaiono solo sulla sommità del cespuglio, in modo da essere più vicini alla luce. La vitalba ha comunque un bell’aspetto, etereo e fragile, e così è la persona su cui agisce il rimedio floreale: bisognosa di sostegno (il tipo Clematis si lega sempre a persone dal carattere forte, come Holly, Oak o Vine), romantica e sognante, poco incarnata, poco attenta alla fisicità, con la testa tra le nuvole, eternamente persa in un modo irreale.

Clematis – descrizione

Clematis è l’artista, il sognatore, la persona romantica e sentimentale, il professore distratto che va in giro con i calzini di colore diverso, l’individuo che si ritira in un proprio mondo di fantasia, da lui creato, e non riesce a prendere parte alla vita reale. Un soggetto Clematis negativo, proprio perché dà poca importanza alla realtà, è spesso caratterizzato sul piano fisico da scarsa energia disponibile- Tale carenza si nota chiaramente nel fatto di avere mani e piedi freddi, nel soffrire di sonnolenza oppure di confusione mentale. È una persona assente, cioè non presente al proprio corpo e alla realtà che lo circonda, tanto che sovente la sua memoria lascia a desiderare. Anche la capacità di osservazione è limitata; si tratta di individui lenti nel muoversi e nel reagire, distratti “imbambolati”, intorpiditi, costatamene immersi in una vita interiore di fantasia. La loro immaginazione è fervida: si comportano come se fossero sempre in un sogno, e ciò lascia scarsa forza di concentrazione per il mondo esterno. Per questi motivi Clematis raramente mostra avversione o paure: se ne sta beato nella sua dimensione interiore e reagisce solitamente con una sorta di indifferenza tanto alle buone quanto alle cattive notizie. Sembra che i soggetti Clematis disarmonici non abbiano particolare riluttanza a lasciare questa Terra, poiché i mondo da dolo sognati sono infinitamente più piacevoli. Bach definì lo stato Clematis come “una gentile forma di suicidio”. Queste persone hanno un potenziale creativo superiore alla media, per cui è salutare che si impegnino in attività artistiche attraverso le quale dare copro ai sogni e all’immaginazione. Il carattere di fondo di un Clematis negativo è comunque debole: egli ha bisogno di aggrapparsi a soggetti dalla personalità forte che lo facciano sentire protetto e rassicurato. Inoltre, essendo restia a occuparsi di cose concrete e “noiose” come pagare le bollette, amministrare le proprie finanze e simili, il legame con una persona pratica, calata nella realtà della materia e delle vita terrena, è sentito come necessario affinché il nostro Clematis possa continuare a precorrere la dimensione onirica abbandonandosi alle sue amate fantasticherie. Se questo individuo non si dedica ad un’attività creativa – e dunque non scarica il suo potenziale fantastico – lo stato Clematis si manifesta in maniera distorta come eccesso di romanticismo, eccentricità, mancanza di lucidità, debolezza, manie di vario tipo.
L’energia Clematis positiva si trova in soggetti che investono direttamente la loro straripante fantasia nel mondo concreto: tra essi possiamo avere artisti, artigiani, guaritori, scrittori, o idealisti capaci di mettere in pratica le loro percezioni. Tutte queste persone contribuiscono ad arricchire il mondo con le loro doti migliori di bellezza, dolcezza, inventiva e sensibilità.

Clematis – altre indicazioni

Persona creativa in qualunque campo. Sonnolenza, stanchezza, scarsa vitalità. Immaginazione eccessiva. Tendenza al disordine; sbadataggine. Sensazione di testa vuota, difficoltà di concentrazione, memoria labile. Anemia, pallore. Fuga dalla malattia. Mani e piedi freddi, geloni; disturbi visivi e uditivi. Sterilità senza origine organica. Lunghe convalescenze (scarso attaccamento alla vita). Il rimedio lavora sulla termoregolazione (scarso calore corporeo).
Mancanza di centratura (anche Aspen, Cerato, Schleranthus, Wild Oat). Svenimenti. Coma (coma Clematis: assenza per starsene tranquilli in un’altra dimensione; coma di Wild Rose: persona che vegeta, che non ha più voglia di vivere).
Clematis può essere una persona innamorata distaccata dalla realtà che vive unicamente per pensare all’oggetto del suo amore.
Difficoltà nello studio: distrazione, mancanza di concentrazione su ciò che si deve apprendere (altri rimedi per i problemi di studio: Chestnut Bud, Larch, Mimulus).

Stato d’animo fuori equilibrio

Svampiti, sognatori, “addormentati”, poca memoria, confusione, pallido, senza vitalità, disorientamento, indifferenza, passività, indolenza, distrazione, disattenzione, vive in un mondo di fantasia, sempre orientato nel futuro, disordinato.

Tipiche frasi di Clematis fuori equilibrio: “Come…. cosa hai detto?”

Stato d’animo in equilibrio

Creatività, concretizzazione, dolcezza, sensibilità, realismo, prospettiva concreta, portare alla realtà le proprie visioni artistiche, percezione acuta di forme – colori – suoni – colori.

Formule di forza per Clematis: “Sono sveglio”, “Vedo chiaro”, “Do forma”

Scheda di Clematis

Riequilibrio stato d’animo: dalla fuga dalla realtà al senso della realtà
Difetto e virtù: indifferenza (difetto) creatività (virtù)
Ritrovamento: tra l’anno 1928 e il 1933
Tipologia: 12 guaritori, fiore tipologico
Categoria: 3. gruppo, fiori per insufficienza d’interesse per il presente
Metodo di preparazione: solare, periodo indicativo di fioritura da maggio ad agosto
Binario di Kramer: Clematis – Impatiens – Mustard
Cristalli complementari: Ematite, Granato, Pirite
Oli essenziali complementari: Tea Tree, Petit Grain, Cedro Legno, IncensoLegno di RosaMaggiorana, Mandarino.
Chakra: il fiore agisce sul quinto: Visuddha o chakra della gola e sul sesto chakra: Ajna o terzo occhio.


Informazioni su Barbara

La cura per tutti i mali e i torti, le ansie, le sofferenze e i crimini dell'umanità sta in una sola parola: "amore". È la divina vitalità che produce e nutre la vita. A ciascuno e a tutti noi da il potere di fare miracoli se lo vogliamo. Lydia Ch

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *